Ravezzani demolisce Interspac: “È stata solo un’operazione mediatica spregiudicata”

0
563

“Abbiamo finito il lavoro tecnico, ma si potrà andare avanti soltanto se la proprietà vuole andare avanti… Al momento non sembra proprio volerlo“. Queste le parole ai microfoni di Radio Rai di Carlo Cottarelli, in merito a Interspac, la società di partecipazione popolare creata per raccogliere fondi tra tifosi e provare ad aiutare l’Inter con l’acquisto di quote societarie.

Parole di fatto mettono fine al progetto, addossandone la responsabilità alla proprietà.

Dai documenti ufficiali diffusi lo scorso ottobre, risultavano essere 67 i proprietari di quote societarie di Interspac, per una somma totale raccolta di 67mila euro, cifra che restava in ogni caso lontana dal poter rappresentare un concreto aiuto all’Inter.

A mettere nel mirino la cordata di tifosi vip dell’Inter è stato Fabio Ravezzani, direttore di Telelombardia, che su Twitter ha commentato:

Cottarelli, dopo aver dichiarato mesi fa in modo spregiudicato che Zhangnon dice no” a Interspac (boh?) annuncia che ora “la proprietà non intende procedere” (che significa?) e quindi il progetto si è arenato. È stata solo un’operazione mediatica. Spiace per chi ci è cascato“.

A chi osservava che sarebbe bastato verificare, prima di lanciarla, Ravezzani ha poi replicato: “Per questo è stata solo un’operazione mediatica spregiudicata. Anche avesse detto sì, non era comunque realizzabile“.

E non manca chi avanza un sospetto: Zhang venderà l’Inter magari quest’anno?”.