Sassuolo-Juve, l’ex arbitro Bonfrisco: “Il fallo di Morata c’è ma parlare di annullare il gol è un’altra cosa”

0
767

La partita Sassuolo-Juventus, terminata 2-1 per i bianconeri, ha registrato alcuni episodi che hanno generato un acceso dibattito, tra tutti il contatto Morata-Kyriakopoulos, dal quale è nato il gol del pareggio dei bianconeri segnato da Paulo Dybala.

Ad analizzare il contestato episodio, l’ex arbitro Angelo Bonfrisco, che ha commentato: Maresca ha arbitrato una buona gara con un’alta tolleranza, lui che notoriamente passa per essere un arbitro dal cartellino facile. Il corpo a corpo Morata-Kyriakopoulos è l’episodio maggiormente contestato. La visione dell’arbitro di campo è stata quella di considerare il contatto entro i limiti del regolamento. Il giocatore del Sassuolo è in copertura della palla e Morata, nel tentativo di pressarlo, lo tira giù con entrambe le braccia. Il fallo è abbastanza netto ma parlare di annullare il gol è un’altra cosa ha sottolineato l’ex fischietto, che ha poi aggiunto:

“Il corpo a corpo è sempre una gestione di pertinenza dell’arbitro di campo, ormai il Var in questi casi non interviene quasi mai. Probabilmente l’assistente che era a un metro avrebbe potuto segnalare il contatto. Molte volte, però, gli assistenti sono più concentrati a cercare il fuorigioco. Ripeto, sul corpo a corpo il Var non interviene più ed è corretto così, stando alle ultime disposizioni”.