Juve-Bologna, Medel perde la testa. Accuse infamanti all’arbitro: “Siete della Juventus”

0
2683

Si è chiusa in pareggio 1-1 la partita Juventus-Bologna, in cui è proprio successo di tutto. Un rigore non concesso alla Juventus, un rosso per Soumaoro e l’espulsione di Gary Medel per doppio giallo, a causa di insensate proteste contro l’arbitro Sacchi.

Nel corso dell’accesa discussione con l’arbitro, Medel ha letteralmente perso la testa, arrivando a rivolgere accuse infamanti contro la direzione arbitrale: Siete della Juventus. Queste le parole rivolte dal difensore del Bologna all’arbitro Sacchi e ai suoi assistenti, nel corso della sua folle sfuriata che ha portato alla sua espulsione.

Le telecamere hanno ripreso la scena in campo e catturato il labiale del difensore cileno, che sembrerebbe non lasciare dubbi riguardo alle gravi accuse rivolte all’arbitro e ai suoi assistenti. Parole che ora potrebbero costargli care. È altamente probabile infatti che l’episodio venga inserito nel rapporto di gara che potrebbe portare il giudice sportivo a punire il difensore del Bologna con una pesante squalifica.