Allegri: “Nazionale e Juve fuori dalle Coppe? Vuol dire tanto e niente. Guardate la realtà delle cose. Qui si mette la testa sotto”

0
1357

Massimiliano Allegri presenta la partita tra Juventus e Bologna. Spiccano su tutto queste sue parole.

Bonucci sta bene, devo decidere tra lui e Chiellini, devo gestire le due partite, abbiamo il ritorno di Coppa mercoledì. E vedrò se scenderà in campo prima lui o Giorgio. Vlahovic domani gioca”.

Poi avverte: “Servono ancora 10 punti, minimo, per andare in Champions. Alla Coppa Italia penseremo da dopodomani”.

Poi Allegri stuzzicato su Italia e club italiani fuori dalle coppe, sbotta:  “Vuol dire tanto e niente, dopo l’Europeo sembrava che tutti i problemi fossero risolti. Un conto è vedere la realtà delle cose, non è solo una roba tecnica ma generale, basta vedere gli introiti del campionato italiano rispetto a quello inglese. Poi ci sono i soliti discorsi: italiane fuori dall’Europa e Italia fuori dal Mondiale, ecco i problemi. Ma non si fanno in un giorno, qui si mette la testa sotto. Finché non prendiamo una strada, non possiamo sapere se è giusta o sbagliata. Ma in Italia questo non ci piace tanto farlo, si tende allora a vivacchiare. Poi siamo bravi nell’arrangiarsi. Lì poi trovi il risultato giusto, e allora sembra… ma non è così”. 

E su Nedved: “C’è stato il confronto? Assolutamente, credo abbia fatto un’esternazione come capita tante volte in tribuna, difficilmente uno rimane fermo. La partita ti porta a muoverti, a fare… non c’è alcun problema, stiamo lavorando bene insieme a Cherubini, Arrivabene, il Presidente. Dobbiamo finire l’annata nel migliore dei modi e iniziare la prossima al meglio”.