Plusvalenze, l’indignazione dei tifosi bianconeri: “Basta tirare dentro la Juve per avere un quarto d’ora di notorietà. Palamara docet”

0
354

Ha preso il via il processo sportivo sulle plusvalenze nel calcio con la prima udienza presso il Tribunale Federale Nazionale della Federcalcio. 11 i club coinvolti, con 61 dirigenti accusati di presunti illeciti amministrativi. Tra le società più colpite la Juventus, per la quale la Procura ha richiesto un’ammenda di 800 mila euro per il club bianconero e l’inibizione per 12 mesi per Andrea Agnelli, 16 mesi e 10 giorni per Paratici, 8 mesi per Nedved e Arrivabene, 6 mesi e 20 giorni per Cherubini.

In attesa di conoscere la decisione del giudice sportivo, sui social si è scatenata l’indignazione dei tifosi per le pesanti richieste di sanzioni per il club bianconero. In tanti non mancano di rimarcare l’assenza di criteri oggettivi per la valutazione dei giocatori“Il procedimento più inutile della storia dello sport e della magistratura. Non ha alcuna base legale per la mancanza di elementi normativi che regolamentino il presunto illecito. Tempo perso” sottolinea qualcuno e c’è chi rincara la dose: “Un’inchiesta ridicola. I prezzi dei giocatori le fanno le società di calcio non le Procure”.

E ancora: “Se le accuse si fondano solo sul costo dei giocatori, alla fine non ci sarà nessuna multa né inibizione. È già successo”, così come: “Vediamo quale sarà la conclusione giudiziaria del caso plusvalenze (ricordo ancora gli scambi milionari tra primavera di Inter e Milan)”.

“Il valore dei calciatori non è scritto da nessuna parte. Nessuno può decidere e di conseguenza condannare per un reato che non esiste, evidenzia un tifoso e c’è chi ironicamente chiede: “Ma alla fine, non ho capito, il listino prezzi dei giocatori dove lo possiamo trovare?”

In molti sottolineano il peso del club bianconero nell’inchiesta: La Juve fa audience, sempre ed in ogni caso, basta tirarla dentro per avere un quarto d’ora di notorietà. Palamara docet” e anche: “Sappiamo benissimo che quando c’è di mezzo la Juve, ogni pretesto è buono per accanirsi“.

A qualcuno non sfugge l’assenza dell’Inter tra i club coinvolti: “Mi domando: ma la cartonata che ha potuto iscriversi e pagare stipendi con la valutazione di parecchi primavera?” e c’è chi chiarisce: Nel secondo filone d’inchiesta c’è pure l’inter. Se le plusvalenze le avessero consentito l’iscrizione al campionato, rischierebbe parecchio. E vista la situazione debitoria, il rischio di una penalizzazione sarebbe molto concreto“.

A qualcuno non sfugge il coinvolgimento di Maurizio Arrivabene e chiede: “Ma se i fatti contestati sono relativi agli anni passati, Arrivabeneche ci azzecca‘ con questa vicenda?” e non manca l’ironia nella risposta:Arrivabene perché non ha vinto con la Ferrari!”.