Bonucci e la FIGC si scusano per il caos nello spogliatoio di Palermo: “Ma non erano tutte cose nostre”

0
955

Il difensore azzurro e della Juventus Leonardo Bonucci ha voluto fare chiarezza su quanto combinato dagli azzurri nello spogliatoio della Nazionale allo stadio ‘Renzo Barbera’ di Palermo al termine della sfida disputatasi giovedì scorso fra Italia e Macedonia del Nord.

“Di sicuro la prossima volta faremo attenzione. Il momento era di delusione e non abbiamo posto attenzione a questi piccoli particolari che però fanno la differenza”, la parole del giocatore.

Nello stesso tempo chiederemo di avere a disposizione più attrezzature per buttare tutto quanto nelle prossime trasferte, consci anche che, nelle foto che abbiamo visto, non c’erano solo cose che noi abbiamo usato nello spogliatoio. Rimane un punto interrogativo su tutto ma a prescindere da questo noi faremo molta più attenzione e chiediamo scusa per l’errore fatto”. 

Sul tema è intervenuta anche La Figc che ha precisato che “è stato un aspetto che abbiamo tutti colpevolmente sottovalutato. Avevamo subito il volo di ritorno per Coverciano, ed va considerato il momento delusione della sconfitta. Abbiamo parlato con il Palermo calcio per scusarci dell’accaduto e con il personale interessato, perché non è nostra abitudine non prestare attenzione a queste cose. Ciò non toglie che da quanto abbiamo ricostruito in questi giorni lo stato dello spogliatoio non era proprio quello che appare nel video e sono state riprese anche cose che non ci appartengono”.