Bellinazzo: “L’accordo della Juve in piana pandemia con i calciatori era stato molto significativo. Bianconeri non corrono rischi sportivi”

0
2882

La Juventus è di nuovo al centro delle indagini portate avanti dalla magistratura in merito ad un presunto falso in bilancio per operazioni sugli stipendi che risalgono al 2020, quando il club, in piena pandemia si accordo con i giocatori per posticipare il pagamento di 4 mensilità.

A fare chiarezza sulla vicenda ci prova Marco Bellinazzo – giornalista de Il Sole 24 Ore – intervenuto negli studi di Sportitalia.

Ci sono delle questioni contabili che vanno chiarite, se hai dei costi puoi far slittare dei pagamenti ma i costi attengono a quell’anno di competenza. E se c’è qualche incongruenza tra quanto dichiarato e quanto viene accertato magari nelle scritture private, quello potrebbe comportare dei profili di responsabilità”, le prime parole di Bellinazo.

Devo dire che quell’accordo con i calciatori era stato molto significativo in quel momento, un po’ perché si è ripreso a giocare, un po’ perché i calciatori poi non hanno fatto i sacrifici che bisognava facessero. Anche negli anni della pandemia gli stipendi dei calciatori anche in Italia sono aumentati anziché diminuire”.

Secondo il giornalista la Juve dal punto di vista sportivo la Juve non corre dunque nessun rischio:

La Juve può correre dei rischi solo dal punto di vista penale, ma a livello di giustizia sportiva si pone lo stesso problema delle plusvalenze e quindi non credo possa rischiare tanto”.