spot_img
spot_img
giovedì, Dicembre 8, 2022

Leo Turrini: “Alla Juve con Arrivabene tolleranza zero: Lui juventino dentro, e questo qualcuno non l’ha ancora capito”

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Il giornalista e scrittore Leo Turrini, uno dei massimi esperti di Formula 1 ha descritto ai microfoni di Tuttojuve, la personalità del CEO della Juventus Maurizio Arrivabene:

Conosco Maurizio Arrivabene da decenni, già negli Anni Novanta era responsabile dell’investimento Philip Morris in F1. È un uomo molto pragmatico, non di rado brusco nei modi”, ha detto in premessa Turrini.

Ho sempre immaginato non avrebbe tollerato situazioni equivoche, in Ferrari come alla Juve. La gestione dell’addio di CR7 mi ha confermato questa sensazione”.

E ancora, spiega il giornalista: “Arrivabene è un tipo non si pone problemi. Nel senso che se ne infischia. Non mi stupisce che stia centellinando le apparizioni pubbliche. Lui ha un po’ questa mistica dell’uomo del fare, in Ferrari aveva coniato lo slogan ‘testa bassa e pedalare’, lo fece pure incidere sulle divise di ingegneri, meccanici e piloti”.

E sulla vicenda Dybala: “Per me su Dybala ha deciso lui, applicando la stessa logica. Maurizio è juventino dentro. E questa ultima cosa mi sa che Dybala non l’ha capita”.

- Advertisement -