Moviola Cagliari – Milan, rigore negato ai rossoblù: In studio si scatena lite Mazzarri/Marelli

0
3174

La moviola di Cagliari-Milan è tutta racchiusa nell’episodio che si è consumato nell’area dei rossoblù quando al minuto 87′ l’arbitro ha negato un rigore (quello del possibile pareggio) ai padroni di casa.

L’episodio ha fatto infuriare il tecnico Mazzarri, che si è schiantato contro il moviolista di Dazn, Luca Marelli.

L’episodio da moviola vede protagonisti il portiere rossonero Maignan che in uscita alta colpisce alla testa Lovato. Per Di Bello è tutto regolare e il Var non interviene.

A fine gara, su Dazn Marelli ha giudicato corretta la decisione di Di Bello, ma il tecnico Mazzarri non ci sta:Avrei voluto vedere se Marelli fosse stato in area nostra, quello è calcio di rigore”.

Marelli ribatte immediatamente:

Sull’episodio possiamo discutere ma l’interpretazione corrente è considerarli scontri di gioco. In molti sono andati verso il pallone, lo scontro è considerato scontro di gioco: a Monza-Crotone c’è stato un episodio simile non punito come rigore e il VAR non è intervenuto. Come lettura soggettiva si può discutere. Conta molto il fatto che ha già colpito la palla e sta uscendo”.

Mazzarri si scatena: “Può darsi che il VAR abbia visto un’altra immagine: davanti non vedevamo, se l’avessero vista. Se è simile anche in B, è rigore. Hanno dato un calcio sullo spigolo dell’area ed era rigore. Probabilmente sono cambiate le regole. Se la palla è lontana e si dà un calcio è rigore. Questo ancora di più”.