Biasin: “Son tornati a rompere le balle ad Allegri perché fa Allegri. Il problema non è lui ma…”

0
18

Nel suo editoriale per TuttoMercatoWeb il giornalista Fabrizio Biasin ha commentato la situazione della Juventus, reduce dal suo 14° risultato utile consecutivo, ma bersagliata dalle critiche a causa di prestazioni ritenute poco brillanti.

“La solita tiritera” ha commentato Biasin, che ha poi aggiunto: Son tornati a rompere le balle ad Allegri perché fa Allegri. L’anno scorso rompevano le balle a Pirlo perché non faceva Allegri. Due anni fa rompevano le balle a Sarri perché non faceva Allegri. Tre anni fa rompevano le balle ad Allegri perché faceva Allegri. Ma quest’anno hanno richiamato Allegri perché volevano che tornasse ‘la Juve di Allegri‘. Ora che c’è, non vogliono più che Allegri faccia Allegri ‘ma qualcosa di meglio'”.

“In tutto questo lui se ne fotte– sottolinea il giornalista -, ‘fa Allegri’, non perde da 14 giornate e prova a prendersi la qualificazione alla Champions che fino a Natale sembrava tutt’altro che certa. Ha sbagliato all’inizio, Allegri, questo sì, ma ora no. Ora fa esattamente quello per cui lo pagano, il suo calcio. E se la Juve vince ma non convince, capiamoci, il problema non è troppo Allegri‘, semmai ‘Rabiot‘, oppure ‘Pellegrini‘, forse ‘Rugani‘, magari pure ‘Arthur‘”.

“Cioè, noi non vorremmo sembrare indelicati, ma questi non sono esattamente giocatori da Juventus‘, hanno i loro limiti. E invece attualmente non solo giocano, ma addirittura ‘giocano sempre‘ per mancanza di alternative. Ecco, sì, per rivedere la vera Juve di Allegri non bisogna tanto sperare che Allegri cambi atteggiamento (non sarebbe più la Juve di Allegri), semmai che ritrovi i suoi titolari ha concluso.