Moviola Milan-Inter, proteste nerazzurre ma Cesari: “Negato calcio di rigore ai rossoneri”

0
1857

L’ex arbitro Graziano Cesari dagli studi di Mediaset analizza gli episodi da moviola della semifinale di andata di Coppa Italia tra Milan e Inter.

L’ex arbitro genovese mette subito a tacere le proteste dei nerazzurri per un contatto in area rossonera tra Calhanoglu e Saelemaekers:

“Il piede di Calhanoglu va su quello di Saelemaekers: fa fallo, si sbilancia e cadono. Mariani vede correttamente, non è rigore”.

Cesari ritiene invece che ad essere stato penalizzato dagli episodi arbitrali sia stato il Milan:

“Minuto 47, Giroud e Skriniar cadono in area. Mariani è lì, però non è fortunato perché non vede questa situazione: Skriniar si dimentica del pallone, col braccio sinistro va quasi ad immobilizzare Giroud e poi gli frana addosso”, le prime parole del moviolista.

Questo è un intervento che secondo me andava sanzionato in modo assolutamente diverso. Il braccio del difensore immobilizza l’attaccante. È un’interpretazione tutta dell’arbitro, il VAR non può intervenire perché l’entità e l’intensità la deve giudicare il direttore di gara ma per me è rigore”.

Sul cartellino giallo (e non rosso) comminato a Lautaro per il duro intervento sul portiere rossonero Maignan, Cesari è categorico: “Io in questa situazione assolvo l’attaccante, per me è corretto il cartellino giallo”.