Plusvalenze, Andrea Bosco: “Juve dipinta come Banda Bassotti, ma di fatto potrebbe trattarsi solo di fuffa”

0
859

Nel suo consueto editoriasle per Tuttojuve, il giornalista e scrittore di fede bianconera Andrea Bosco commenta le ultime fughe di notizie relative all’indagine sulle plusvalenze che vede coinvolta la Juventus.

“I media fanno sapere che la Procura Federale (solito scempio della fuga di notizie) contesterebbe alla Juventus, sul caso plusvalenze – violazioni per il periodo 2019-21 pari a circa 60 milioni di euro”, scrive in premessa Andrea Bosco.

Secondo l’ex giornalista del Guerrin Sportivo, detta così quella della Juve, “sembra l’attività della Banda Bassotti. Ma che di fatto potrebbe risultare “fuffa“.

A meno che “la Procura Federale, sempre comprensiva per le più svariate vicende, non pretenda veramente di stabilire il “sesso degli angeli“: la valutazione di un calciatore”, ribadisce ancora una volta il giornalista.

Bosco viste le tante esperienze precedenti, non si fida e scrive: “dalla giustizia sportiva italiana che nel tempo ha fatto carne di porco del “macellabile“, è lecito attendersi di tutto . Anche che fissi le valutazioni del calciomercato. Per la cronaca, assieme alla Juve risultano “attenzionati” dalla Procura altri dieci club. Ma sulla natura delle loro (ipotetiche) violazioni, le gole profonde che riforniscono le redazioni, hanno accusato raucedini”.