Porto-Sporting, 5 minuti di follia: il Clasico finisce in maxi rissa – VIDEO

0
377

È finito in maxi rissa il big match del campionato portoghese tra Porto e Sporting Lisbona. Un confronto terminato in pareggio 2-2, che ha poi registrato totale caos con botte da far west e ben cinque espulsioni.

Altissima la tensione tra le due squadre, che al termine della gara è sfociata in una colossale zuffa che ha coinvolto giocatori, staff, e addirittura steward e fotografi.

A dare il via al parapiglia il colpo proibito di Palhinha a Marchesin, che non è sfuggito ad alcuni compagni del portiere, accorsi in sua difesa. A seguire il faccia a faccia di Pepe e Viana, tra spintoni, sputi e offese.

Nei cinque di muti di caos i due allenatori Coinceçao e Amorim hanno provato a calmare gli animi e a separare i calciatori, e si sono lasciati andare poi ad un abbraccio.

Particolarmente impegnativo il lavoro dell’arbitro in campo, che dopo diversi minuti ingestibili, ha estratto ben 4 cartellini rossi per Pepe, Marchesin (Porto), Joao Palhinha e Tabata (Sporting Lisbona), unito a quello già estratto per Coates (Sporting Lisbona) nel corso del match.

Immagini diffuse sui social che stanno facendo il giro del mondo, e che potrebbero costare molto care alle due squadre coinvolte nell’indecente spettacolo in campo. Severissima anche la reazione della stampa portoghese, con molte le testate che hanno manifestato la loro indignazione per l’accaduto, aprendo con titoli come “match tossico” e “vergogna”.