Coppa Italia, Fiorentina-Juventus: rischio ordine pubblico

0
2624

Dopo la vittoria contro il Sassuolo, la Juventus passa il turno in Coppa Italia e il prossimo 2 marzo si ritroverà faccia a faccia in semifinale con la Fiorentina. Quella Fiorentina che ora chiama Dusan Vlahovic “il traditore, dopo il suo addio ai viola per approdare alla Juve.

Un match che non sembra preoccupare troppo il serbo, ma che invece potrebbe avere dei risvolti dal punto di vista di ordine pubblico, visto il risentimento ancora molto alto dei tifosi viola nei confronti di Vlahovic, che potrebbe portare a rappresaglie tra i tifosi delle due squadre.

A riferirlo è il Corriere Fiorentino, che scrive: “Gli ultras quel giorno, saranno regolarmente in Curva Fiesole. E qui veniamo ad un altro aspetto della questione: l’ordine pubblico. Nella mente di tutti infatti, istituzioni comprese, c’è ancora lo striscione firmato dai Viking (gruppo storico della tifoseria juventina) apparso al Franchi dopo la cessione di Vlahovic ai bianconeri. Una provocazione che ha portato alla denuncia di un 37enne, e al timore per possibili vendette. E se in quel momento si pensava di avere ancora qualche mese di tempo prima di doversene preoccupare (FiorentinaJuve, ultima di campionato, è in programma il 22 maggio) ora tutto si accelera e non è da escludere, anche se ad ora non ci sono indicazioni in tal senso, che ai tifosi della Juventus venga vietata la trasferta“.

“Di certo c’è che la preoccupazione è alta, così come è elevato il rischio (basta pensare agli striscioni che tappezzarono Firenze) di cori o scritte di discriminazione razziale che esporrebbero la Fiorentina a severe sanzioni conclude.