Conferenza stampa Allegri: “Vlahovic mancava a questa squadra per caratteristiche. Dybala ne trae giovamento. Zakaria giocatore intelligente”

0
896

Vigilia di Atalanta-Juventus, parla Massimiliano Allegri in conferenza

“Domani scontro diretto per il quarto posto, quindi è una partita molto importante, non decisiva, poi ne mancheranno altre. Direi che è un bel passaggio. Sarà una partita difficile”.

Ancora dubbi sulla formazione: Arthur o Locatelli? Non so le condizioni di chi ha giocato giovedì, veniamo da due partite pesanti fisicamente e mentalmente. Con l’arrivo di Vlahovic e Zakaria c’è stato e c’è entusiasmo, un dispendio di energie importante. Voglio vedere oggi la squadra”.

Allegri spiega dove la Juve deve ancora migliorare: “Singolarmente, nelle scelte dell’ultimo passaggio. Anche con il Sassuolo abbiamo commesso errori di precisione che non si devono commettere”.

Qualcuno fa notare ad Allegri che ora rapporti di forza sono cambiati:

“Ci vuole sempre molto equilibrio, veniamo da un periodo buono, non da ora ma da 12-13 partite. Il calcio è una roba… l’equilibrio è sottile, bisogna essere bravi a portare le situazioni favorevoli dalla nostra”.

E poi: “Ora pensiamo a sistemare il campionato, ma partita dopo partita, che ne mancano tante e ci vuole equilibrio. Poi più andiamo avanti e più è difficile”.

Sulla nuova coppia Dybala-Vlahovis – “Dusan mancava a questa squadra per caratteristiche, con un punto di riferimento davanti gli altri traggono giovamento. Stiamo lavorando con entusiasmo diverso, la novità porta entusiasmo. Lo ripeto e lo ripeterò fino alla noia: non abbiamo fatto niente, la normalità è vincere le partite. C’è da fare, non da chiacchierare”

Obbiettivo quarto posto: “Bisogna fare un passetto alla volta, coi piedi ben piantati a terra, volare è difficile e ci facciamo del male… abbiamo l’Atalanta, pensiamo all’Atalanta e vediamo altro. L’obiettivo è il quarto posto, vediamo cosa siamo capaci di fare, è inutile stare qui a pensare. Le tre davanti hanno troppo vantaggio, poi divento noioso e invecchio e sono un po’ rincoglionito. Quando l’Inter ha potenzialmente 11 punti di vantaggio, è difficile… più facile per il Napoli e il Milan, molto, molto, molto più difficile per noi. Ce ne sono tre, poi. Ce ne fosse stata una… pensiamo all’Atalanta”.

Infine nuovo elogio per Zakaria: “E’ un giocatore bravo a giocare a calcio, anche l’altra sera mi è piaciuto. E’ pulito nel giocare, ha un bel passaggio. E’ intelligente”.