Retroscena di mercato: Paratici ha tentato lo sgambetto alla Juve per Vlahovic

0
1851

Archiviata la sessione invernale di calciomercato, emergono retroscena interessanti sull’evoluzione di alcune delle trattative andate in porto. Come quella tra la Juventus e l’attaccante Dusan Vlahovic, per esempio, che ha registrato un tentativo di sabotaggio da un ex, insospettabile: Fabio Paratici.

L’ex ds dei bianconeri, oggi al Tottenham, nei giorni scorsi era stato accusato di aver favorito i bianconeri con l’acquisto di Bentancur e Kulusevski, portati da Torino alla corte di Antonio Conte.

Nulla di più falso, secondo il giornalista di Goal.com, Romeo Agresti, che ha raccontato il tentativo da parte di Paratici di far saltare l’operazione, provando, fino all’ultimo, a fare lo scherzetto alla Juve.

“Fa quasi ridere che nei giorni scorsi qualcuno abbia associato Paratici ancora alla Juventus ha commentato Agresti, che ha aggiunto: “Secondo alcuni aver preso Bentancur e Kulusevski, ha significato aver agevolato la Juventus. Chi ragiona così non sa di cosa stiamo parlando e soprattutto cos’abbia fatto a fari spenti lo stesso Fabio Paratici“.

E ha continuato: “È vero che ha preso due giocatori dalla Juventus, ma non c’è nessun favore dietro, togliamocelo dalla testa. Non c’è nessun disegno dietro e vi spiego perché. Da quanto mi risulta, anche nelle ultime ore che separavano Vlahovic dalla Juventus, con gli accordi fatti, con solo le firme da apporre nero su bianco, il Tottenham ha fatto registrare una manovra di disturbo. Non si sa se finalizzata al tentativo di prendere subito Vlahovic o a quello di posticipare il discorso. Ma quello che si può dire è che il Tottenham, fino alla fine, ha tentato di ostacolare l’offensiva juventina che era già pianificata e decisa”.

Una persona che ti vuole aiutare non effettua una mossa simile, non tenta di ostacolarti fino alla fine. Chi pensa che Fabio Paratici abbia fatto un’opera di bene prendendo Kulusevski e Bentancur è completamente fuori strada. E lo si capisce anche dal fatto che il Tottenham, e lo ribadisco con grande certezza, fino al giorno della firma di Vlahovic con la Juventus abbia tentato di far saltare l’operazione ha concluso.