Inter-Venezia, Marelli: “Dzeko interviene col braccio largo su Modolo ed era un fallo da fischiare”

0
3074

Il moviolista di Dazn Luca Marelli scova subito l’eerore commesso dall’arbitro Marchetti nel match di ieri a San Siro tra Inter e Venezia.

Un errore decisivo, che ha cambiato l’esito della gara a favore dei nerazzurri come spiega Luca Marelli.

Ecco l’analisi dell’ex arbitro comasco:

“Al 25′ e al 26′ ha fatto bene ad ammonire prima Barella e poi Bastoni: c’erano entrambi i cartellini gialli e lui non ha subìto influenze per essere a San Siro”.

Al 38′ “mani di Modolo in area ma aveva le braccia attaccate al corpo, non c’era rigore”.

Marelli spiega poi l’episodio chiave “Il gol del pari, unico errore secondo me di Marchetti: Dzeko interviene col braccio largo su Modolo ed era un fallo da fischiare”, sentenzia Marelli.


Nello specifico spiega ancora l’ex fischietto: “Il Var non è intervenuto e non poteva farlo quando l’azione si è tramutata in gol. Perché? Perché Ceccaroni si impossessa della palla e sbaglia il passaggio intercettato da Brozovic che dà il la alla rete di Barella. C’è stato un check lungo per accertarsi che si trattasse di cambio di possesso. Molti protesteranno per cambiare il protocollo ma è questo, possiamo definirlo fallace? Ma è questo. Il Var non poteva intervenire, è stato un errore di Marchetti”.

Infine il nulla di fatto del 46′: “Check molto lungo per un presunto mani sempre di Modolo: se l’avesse toccata, visto che il braccio era alto, sarebbe stato rigore ma non l’ha toccata con la mano bensì col piede. Manca l’angolo. Bastava che l’avesse toccata col polpastrello per concedere il penalty”.