Allegri: “Giusto il pari. Importante mantenere queste distanze”

0
3088

Le parole di Allegri a DAZN, dopo Milan-Juve:

“Un pezzo alla volta, con calma. Non troppa? Stasera è stata una bella partita, venivamo da un periodo di partite, di scontri diretti, tante gare, stasera era importante per chiudere gennaio al meglio. Per rimanere attaccati. In caso di sconfitta andavamo a 10 punti e sarebbe stato vedere negativo”, le prime parole del mister.

“Negli ultimi metri serve essere sereni, lucidi nell’ultimo passaggio. Sbagliamo nella misura. Il campo non ce l’ha permesso, a nessuno. Grande partita, combattuta, equilibrata: il pari è giusto. Noi abbiamo fatto meglio nel secondo tempo, nella lucidità potevamo sfruttare al meglio nel campo aperto”.

Incontrato un buon Milan: “restare così è importante. Ci sono tante partite, abbiamo già giocato gli scontri diretti. I ragazzi giocano più da squadra, capiscono come gestire la palla in certi momenti. E’ normale, cercavamo di vincere ma non ci siamo riusciti”.

E ancora: “Abbiamo preso una squadra con Locatelli dentro e Ronaldo in meno. I giocatori sono cresciuto in autostima. Come diceva Ambrosini: per 8 volte non abbiamo preso gol, poi i 4 gol a Roma, 4 in Coppa Italia. Serve di nuovo Landucci in panchina, con me non li fanno mai. Sarò io”.

Allegri ha parlato anche di obiettivi: C’è già il piano per la Champions? Stasera era una di quelle partite in cui poteva succedere di tutto. Abbiamo 4 bonus da giocarci, 3 negli scontri diretti. Abbiamo fatto 1 punto e abbiamo tenuto a 7 punti il Milan. A febbraio abbiamo il Verona, tre squadre allo stesso modo, poi l’Atalanta e il Torino. Ci allenano loro, speriamo di imbroccare la prima, poi vedremo”.