Szczesny: “Torneremo la migliore squadra d’Italia”

0
3246

Serata folle quella di ieri per la Juventus che in 7 minuti rimonta e vince 3-4 all’Olimpico sulla Roma, in una partita piena di emozioni.

A commentare ai microfoni di JTV la pazzesca rimonta della Juve, l’eroe della serata Wojciech Szczesny, autore di una parata su rigore battuto da Pellegrini all’80‘, decisivo per l’esito della gara.

Rigore concesso alla Roma a seguito di un mani in area del difensore bianconero Matthijs de Ligt, poi espulso.

“Ho lavorato solo sui rigori” ha commentato divertito Szczesny. “Sono stato felice, perché parare un rigore in un momento così importante della partita è una cosa molto bella. Abbiamo conquistato i tre punti soffrendo ma l’abbiamo fatto ed era quello che contava”.

“Avrei preferito di vincerla con tanta qualità, giocando una bella partita” ha ammesso il portiere, che ha poi aggiunto: “Oggi è stata una partita folle. La Roma è molto forte, per 70 minuti ha giocato una grande partita. Poi abbiamo fatto 10 minuti da squadra migliore al mondo ed è bastato per vincerla. Però avevamo bisogno di tanto carattere e di uomini in campo e l’abbiamo visto oggi. Ci prendiamo i 3 punti e ci prepariamo per la Supercoppa. Siamo molto contenti del risultato”.

Ai microfoni di DAZN ha aggiunto: “Ci manca ancora un po’ di personalità, il DNA Juve, ma ci stiamo arrivando. I risultati quest’anno non sono venuti a caso. Abbiamo dei giocatori che possono diventare i veri giocatori della Juve, hanno qualità molto importanti, però bisogna dargli un po’ di tempo per abituarsi a giocare sotto la pressione della Juventus.

In merito alla Champions, Szczesny ha affermato: Se ci fosse uno di noi che non crede di arrivarci, può stare a casa e non giocare le partite. Non si può accettare, anche in questo anno non facilissimo, di non andare in Champions. Noi siamo la Juve e dobbiamo stare più in alto della sola qualificazione alla Champions. Però prima bisogna migliorare. L’ambizione di arrivare sul tetto d’Italia c’è“.