Superlega, ecco quando si pronuncerà la Corte di Giustizia UE

0
1575

Superlega, il quotidiano spagnolo As, citando fonti interne all’UE, afferma che la Corte di Giustizia dell’Unione europea si pronuncerà entro la fine del 2022 – prima dei Mondiali in Qatar – a proposito della questione pregiudiziale posta dal Tribunale di Madrid, che ha chiesto se quella della UEFA possa essere considerata una posizione dominante nell’ambito delle competizioni calcistiche occupando di fatto una posizione di monopolio.

A seconda del verdetto  (una sentenza o un’ordinanza motivata) che emetterà la Corte di Giustizia, in Lussemburgo, la stessa che ha preso in esame la Brexit, ci potrebbe portare a un vero e proprio ribaltone sulle gerarchie nel mondo del calcio europeo.

È quello che si augurano Real Madrid, Barcellona e Juventus che sperano così di riportare in vita l’ambizioso progetto.

Dunque la Superlega è nelle mani di 27 giudici e 11 avvocati generali, tutti nominati di comune accordo dai governi degli Stati membri.

Una eventuale accoglimento delle richieste del Tribunale di Madrid, da parte della più alta istituzione giudiziaria in Europa significherebbe il declini per il presidente della UEFA Aleksander Ceferin.