Padovan: “L’Italia non si qualificherà al Mondiale. Sarà sufficiente un arbitro o un Var compiacente per spingerla fuori”

0
427

La mancata qualificazione diretta della Nazionale Italiana ai prossimi Mondiali di Qatar 2022, ha spiazzato il ct Roberto Mancini e ancora di più i tifosi che non si aspettavano il tonfo degli Azzurri dopo il trionfo agli Europei. Nonostante l’Italia sia finita dietro la Svizzera nel girone, il commissario tecnico è comunque ottimista in vista dei playoff che si terranno in marzo. L’Italia affronterà in semifinale la Macedonia del Nord il prossimo 24 marzo. In caso di vittoria, sfiderà in finale la vincente di Portogallo-Turchia.

Chi non è di certo ottimista è il giornalista Giancarlo Padovan che su CalcioMercato ha commentato: “​Un sospetto si aggira tra i playoff. Che la Fifa e i qatarioti danarosi preferiscano un Mondiale con Messi e Ronaldo, piuttosto che con Chiellini e Jorginho. Ammetto che l’affermazione si basi sul pessimismo più nero e sul complottismo più bieco, tuttavia in un mondo del calcio in cui a prevalere – giusto o no che sia – è l’affare spacciato per spettacolo, tutto è possibile e tutto è pensabile“.

“Dice l’ingenuo: ma l’Italia è campione d’Europa? Giusto. Ma non ci gioca nessun Ronaldo – ha aggiunto Padovan. E a livello di brand – ovvero di marchio, appeal, allure, accesso e visibilità – vale di più l’Italia intera o l’ex juventino da solo che pensa individualmente e segna centinaia di gol?”.

“Al di là di tutte le altre considerazioni che vanno dal potere arbitrale a quello delle Federazioni, quante possibilità abbiamo di uscire con una vittoria?” si chiede Padovan, che aggiunge: “sarebbe di gran lunga più vantaggioso portare in Qatar l’Italia e non la Turchia. Ma Ronaldo è Ronaldo e il Qatar ha versato miliardi di dollari per avere e fare il Mondiale. Siamo proprio sicuri che organizzatori così avventurieri non “esigano” di mettere lo zampino nell’allestimento della competizione?”.

Pavan avanza un sospetto: “Io no. Anzi, sono quasi sicuro del contrario. L’Italia non si qualificherà al Mondiale perché, se non bastasse azzopparla con le circostanze, sarà sufficiente un arbitro o un Var compiacente per spingerla fuori dal consesso calcistico mondiale. Sarà la seconda volta consecutiva (otto anni da spettatori della Coppa più importante), la terza da quando esiste la competizione. Ma Ronaldo conta come un grande sponsor e di fronte a lui nessuno farà spazio ad altri“.