Gianluca Vialli: “Ringrazio Mancini per quello che mi ha fatto vivere. Salute? L’ospite indesiderato è sempre con me”

0
2312

Gianluca Vialli, capo delegazione della Nazionale Italiana, in collegamento da Londra per la presentazione del libro “Gianluca gonfia la rete” di Matteo Bonetti, ha ripercorso la sua carriera, ha parlato della Nazionale e anche delle sue condizioni di salute.

Ringrazio Mancini per quello che mi ha fatto vivere” ha commentato Vialli, che ha poi aggiunto: Sono in un momento particolare della mia vita e far parte di quel gruppo guidato da lui che è un grande leader è stato unico. Lui ha avuto una visione talmente chiara che ha tolto qualsiasi dubbio a tutti. Sono felice di poter lavorare con e per Roberto. Alla fine lui è il monarca assoluto. Anche se poi l’ambiente si trasforma in una certa democrazia. Mancini, tocchiamoci tutti, ma non sbaglia mai un colpo“.

Vialli ha poi rivelato: “Ho 200/300 maglie. Ho difficoltà a ricordarmi di chi erano, perché non c’erano i nomi. Ho maglie di Baggio, Maradona… Ho una maglia del Cagliari di Gigi Riva, è da collezionista. Non l’ho scambiata. Però è quella di lanetta, diversa rispetto a oggi. Ha un sapore e colori speciali”.

“Come sto? L’ospite indesiderato è sempre con me – ha commentato, alludendo alla sua malattia -, a volte più presente e a volte meno. Adesso sto facendo un periodo di manutenzione. Tiriamo avanti e spero che mi possiate sopportare per molti altri anni. Sono fiducioso. Sono circondato da persone che mi danno forza e coraggio“.