Pasticcio sorteggi Champions, Biasin: “Ceferin, bimbo capriccioso a capo dell’UEFA”

0
28

Giornata difficilissima quella di ieri per la UEFA, finita al centro di numerose polemiche a causa di un clamoroso errore nei sorteggi degli ottavi di Champions League che ha portato, per la prima volta nella storia, a ripetere l’estrazione.

Innumerevoli le critiche mosse al presidente della UEFA, Aleksander Ceferin, alle quali si è unito seppur con toni ironici anche il giornalista Fabrizio Biasin, che su TuttoMercatoWeb ha commentato:

“Ieri a Nyon l’hanno fatta grossa. Lo sapete. C’è stato il dramma delle palline. Che sono girate e pure troppo. La faccenda la conoscete e certifica un fatto: anche laddove girano fantastilioni e noialtri poveracci ipotizziamo gestioni virtuose e semi-perfette, in realtà, è tutto nelle mani di pasticcioni senza arte né parte”.

“Gestiti dal gran visir dell’approssimazione, Ceferin – ha continuato il giornalista -, il bimbo capriccioso a capo dell’Uefa che urla contro la luna e rimedia figure barbine in quantità”.

“Parliamoci chiaro: il sorteggione di ieri è stata la miglior opera di convincimento messa in scena da quelli della Superlega. Cioè, loro che quanto a brutte figure non si sono mai risparmiati, ieri hanno incassato senza cacciare una lira questo colossale spottone pro-cambiamento. Morale: il calcio, da qualunque parte lo si voglia analizzare (l’Uefa, le indagini sui procuratori, le plusvalenze che non plusvalenzano) è una costosissima barzelletta ha concluso.