Inchiesta Plusvalenze, Chirico: “Ecco cosa può rischiare la Juve e qual è la posizione di John Elkann”

0
2197

“Calma, ci vuole molta calma perché la situazione non è facile alla Juventus”, le prime parole di Chirico a proposito dell’indagine della Procura di Torino sulle plusvalenze.

Soprattutto dopo l’ultimo comunicato della Juve in cui paventa l’ipotesi di non partecipare ai prossimi campionati o alle coppe europee, ma “queste comunicazioni sono dovute per una società quotata in borsa”.

Più preoccupante è il passaggio in cui si legge che potrebbe venire a “mancare la continuità aziendale: penso che una società come Exor può garantire la Juve, bisogna vedere se Exor  è ancora interessata alla Juventus.”

Chirico rivela che “che mesi scorsi girava voce in cui la Juve stesse cercando un socio di minoranza. Non è escluso che gli agnelli dopo 120 anni di proprietà della Juventus, possano vendere in blocco la società a un fondo o ad un Emiro… Comunque alla fine l’aumento di capitale si farà!”. 

Piuttosto come si legge nel comunicato diramato dalla Juve “in caso di sanzioni e condanne, Andrea Agnelli potrebbe rassegnare le proprie dimissioni insieme al suo staff”, avverte Chirico.

“Penso che la proprietà non sia contenta di tutto quello che si è verificato negli ultimi due anni dal punto di vista amministrativo. Ad esempio la famosa carta di Ronaldo che riguarda la vendita di Cristiano Ronaldo”

È qui che Chirico Tuona: “Ma io mi domando? Ma dopo Calciopoli, dopo il caso Suarez, ancora ci ricascano i dirigenti della Juve? È normale che i dirigenti della Juve ancora si permettano di fare queste leggerezze”.

Tutta questa questione comporta “una minore attenzione sul mercato. Il mercato in questo momento è l’ultima delle preoccupazioni. Non c’è nemmeno la testa per fare il rinnovo a Dybala! Perché non si sa se ci saranno tutti quei soldi disponibili per pagare Dybala”.

E poi, “vi dico anche un’altra cosa: Sapete perché Chiellini è stato fatto aspettare in sala d’attesa per il rinnovo? Perché non c’erano i soldi”.

Infine la sentenza sportiva di Chirico: “Di una una cosa sono certo: Nessuno scudetto verrà tolto alla Juventus!”