Donnarumma ammette: “Stare in panchina fa male, ero abituato a giocare”

0
1292

Tanta panchina per Gigio Donnarumma che nei suoi primi mesi al Paris Saint Germain ha visto il 34enne Keylor Navas continuare a vestire la maglia da titolare del club parigino in maggiori occasioni, segno che non ha risentito affatto dell’arrivo del miglior giocatore dell’ultimo Europeo, colpo dell’estate dei parigini che hanno strappato il portiere al Milan.

Inevitabile l’amarezza dell’ex Milan, attirato a Parigi da ben altre prospettive che fare il numero dodici del PSG e guardare gli altri giocare. Ad ammettere per la prima volta uno stato d’animo non totalmente sereno è lo stesso Donnarumma ai microfoni di TNT Sports.

“Stare in panchina mi fa male. Al Milan ero abituato a giocare sempre dall’inizio e non è facile. La rivalità con Navas non influisce sulle mie prestazioni, ma mi disturba. A volte stare in panchina mi fa male, ma sono sicuro che la situazione si risolverà”. Come? Per esempio con il divorzio tra Navas e PSG, che garantirebbe la titolarità al portiere azzurro.

Una situazione senza dubbio insoddisfacente, che potrebbe anche portare il giovane portiere a valutare nuove strade per il suo futuro. In questo scenario, inimmaginabile fino a solo qualche settimana fa, si amplificano anche le voci di mercato, che potrebbero ipotizzare anche un riavvicinamento tra Juventus e Raiola per riprendere il discorso interrotto in estate.