Sconcerti contro DAZN: “Se vuole combattere la pirateria si rivolga alla legge, non a noi”

0
576

Non si placano le polemiche per la decisione presa da DAZN di eliminare la doppia utenza per ogni abbonamento. A parlare della vicenda anche il giornalista Mario Sconcerti che su CalcioMercato commenta:

Cosa cerca DAZN da me? Ha fatto sapere di essere sottoposto a pirateria per cui era necessario eliminare il duplicarsi dei canali. Il giorno dopo ha detto l’opposto, si poteva anche fare senza. Cosa vuole davvero DAZN da me?” si chiede Sconcerti, che poi aggiunge: “non mi sono mai lamentato. Ma io pago come fosse perfetto un servizio che perfetto non è“.

Chi si lamenta è però sempre DAZN sottolinea il giornalista. “Non mi piacciono i padroni che si lamentano. Se DAZN ha qualcosa contro la pirateria, avrà ragione, ma si rivolga alla legge, non a noi“.

“Noi abbiamo pagato caro, siamo al di sopra dei suoi problemi, non sono cosa nostra” ha evidenziato Sconcerti. “Ed è pessimo che il giorno dopo DAZN si smentisca cancellando il desiderio, come se noi potessimo tornare indietro nell’abbonamento. Direi che basta. Giochiamo a calcio e possibilmente fatecelo vedere bene. Il resto è roba da avvocati. Roba vostra“.