Il retroscena: “A fine partita un dirigente dell’Inter va a chiedere spiegazioni all’arbitro, che risponde: «Questo è un rigore chiaro»”

0
5966

“A fine partita un dirigente dell’Inter va a chiedere spiegazioni all’arbitro, che risponde: «Questo è un rigore chiaro»”.

È quanto riferisce a Pressing, Graziano Cesari nel corso della disamina dell’episodio da moviola che ha caratterizzato il Derby d’Italia tra l’Inter e la Juventus, terminato con il risultato di partità (1-1 con reti di Dzeko e Dybala).

L’episodio incriminato è ovviamente quello che si è consumato al 86′, quando viene assegnato il calcio di rigore per la Juventus.

La dinamica: Juve in attacco. C’è un contatto tra Dumfries e Alex Sandro, con il terzino brasiliano bianconero che viene toccato sul piede sinistro dopo avere calciato il pallone.

A velocità normale il contatto sembra avvenire fuori area. Mariani, che appare ben posizionato, fa cenno di avere visto tutto e lascia correre. Pochi istanti dopo il direttore di gara viene richiamato al VAR e, dopo avere rivisto l’azione al monitor, concede il penalty alla Juve.