Gazzetta: “Dall’Italia, nessuna azione contro il progetto Superlega”

0
1350

La Superlega per ora non vede nessuna presa di posizione da parte del Governo italiano.

Contrariamente a quanto fatto ieri, dai 15 paesi che hanno inviato alla Corte di Giustizia europea una lettera, non vincolante, di osservazioni, in cui vengono espresse tutte le perplessità sulla Superlega, il Governo italiano, almeno formalmente non ha reagito contro il progetto.

Lo riferisce La Gazzetta dello Sport che scrive tra le sue colonne che “ancora non c’è l’Italia tra i Paesi che, assecondando l’invito dell’Uefa e della federcalcio spagnola, si sono costituiti nel giudizio davanti alla Corte di Giustizia europea sulla legittimità della opposizione della Uefa stessa alla Superlega e quindi a Real Madrid, Barcellona e Juventus”.

“La scadenza è fissata a oggi, ma ieri sera nulla era ancora arrivato dalla nostra avvocatura di Stato, tra lo stupore di tutti gli organismi coinvolti”.

In tutto questo scenario, la Rosea, racconta che “il mancato arrivo delle osservazioni italiane viene vissuto con enorme stupore a Nyon. Dal nostro Paese, fronte calcistico s’intende, erano infatti arrivate rassicurazioni in merito al sostegno del governo Draghi”.

E ancora si legge sulla Gazzetta: “Una partecipazione considerata molto importante dall’Uefa, visto che il nostro resta uno dei campionati più importanti d’Europa e che una delle tre squadre coinvolte in questa vicenda è italiana. Per questo ancora sperano che le osservazioni da Roma possano essere notificate oggi”.

In caso contrario appare già molto chiaro che il sostegno dell’Uefa alla nostra candidatura all’Europeo 2028 dovrebbe venire meno”.