Italia-Spagna – La moviola di CorSport: manca il giallo a Laporte per un fallo simile a quello di Bonucci

0
8164

La Spagna approda alla finale di Nations League battendo 1-2 l’Italia, che esce sconfitta da San Siro dopo essere rimasta in 10 al 41′ del primo tempo, a causa dell’espulsione di Bonucci.

Ad analizzare il match il Corriere dello Sport, che ha evidenziato: “Il fischietto russo Sergei Karasev ha cercato di tenere alta la soglia per esibire i cartellini, dimenticandosene, però, alcuni doverosi e non sempre tenendo in pugno la partita, molto nervosa”. 

Il quotidiano sportivo prosegue: “Corretto al 45′ il cartellino giallo per Azpilicueta per un fallo su Emerson, ma nella prima frazione manca un’ammonizione per Gavi che al 14′ ha fermato con un intervento falloso la ripartenza di Chiesa. Il direttore di gara ha concesso troppo e nella ripresa le squadre hanno ulteriormente alzato il tono agonistico: sono arrivate altre 4 ammonizioni, 3 agli spagnoli Sarabia, Pino e Oyarzabal e una a Locatelli”.

“Per lo stesso metro sarebbero stati da ammonire anche Kean per un intervento in ritardo, e nel recupero Laporte per un intervento imprudente su Kean, aggiunge il Corriere dello Sport, evidenziando la mancata ammonizione per il difensore spagnolo, per un fallo simile a quello che è costato il rosso a Bonucci.