Coppa d’Africa, Napoli studia piano per non rinunciare a Osimhen e Koulibaly contro la Juve. Avv. Chiacchio: “Rinvio Juve-Napoli del 6 gennaio? Possibile, i bianconeri dovrebbero accettare”

0
3625

Fa capolino lo spetro di un nuovo rinvio di una gara tra Juve e Napoli, in programma a gennaio e valevole per la terza giornata di ritorno del campionato di Serie A.

Sulla questione è intervenuto, ai microfoni di Radio Punto Nuovo il fido avvocato del Napoli, Eduardo Chiacchio che ha appunto parlato della possibilità di esentare i giocatori del Napoli dalla Coppa D’Africa e delle possibili alternative qualora questo non fosse possibile.

Le norme parlano chiaro, non si possono eludere le convocazioni in Nazionale. In passato abbiamo avuto esempi di giocatori che non hanno risposto alle convocazioni per la Coppa d’Africa”, ha detto in premessa il legale.

“In questo contesto è fondamentale la posizione del calciatore che se ci tiene a rispondere presente è impossibile opporsi. Le valutazioni devono essere proposte sempre da una società e dallo stesso calciatore”.

Chiaccio fa notare come “lo scorso anno quando Osimhen andò in Africa con la sua Nigeria era già vittima di infortunio ed era degente. Nel caso di un calciatore che subisce infortunio durante la stagione e mette a repentaglio l’integrità durante gli impegni con la Nazionale, le società possono attestare e dimostrare che la partecipazione dello stesso alla Coppa d’Africa metterebbe a repentaglio la sua salute”.

Insomma, secondo l’avvocato “se un giocatore ha subito infortuni traumatici o muscolari può richiedere di non essere convocato”.

E in questo contesto il legale esterna l’eventuale piano B che prevedrebbe un rinvio della gara tra Juve e Napoli prevista proprio nel periodo in cui si disputa la Coppa d’Africa.

Rinvio di Juve-Napoli del 6 gennaio? Ci possiamo provare, soprattutto se la Juventus che è stata sempre così rispettosa delle norme, che ha assunto sempre un atteggiamento di totale distacco (ricordiamo che l’anno scorso non si è mai costituita a giudizio quando ci fu il procedimento), non si oppone, penso sicuramente si potrà essere rinviata”.