Bordata di Allegri ad Adani? “Alcune critiche mi servono per capire che devo fare il contrario”

0
3646

Ogni volta che Max Allegri si presenta in conferenza stampa è uno spettacolo!

Stavolta il tecnico della Juventus ha “deliziato la platea” rispondendo ad una domanda dei giornalisti sulle critiche legate al tormentone intorno al suo gioco e le prestazioni:

“Un po’ mi mancavano e mi divertono anche un sacco”, ha detto in apertura Allegri.

“Io preferisco essere criticato molto, ma vincente. La compassione si ha solo per quelli che non vincono, mai per quello che vincono”, ha spiegato Max alla vigilia della gara contro la Samp.

E ancora: “Io leggo tutto, fa parte del mio lavoro. E le critiche mi fanno bene, sono interessanti, poi ci sono alcune che sono costruttive e ci ragiono, altre che mi servono per capire che devo fare il contrario”.

Parole, quelle di Allegri, che sembrano indirizzate ad un destinatario ben preciso il cui identikit corrisponderebbe a quello di Lele Adani.

“Questo è importante, mi mancava, è divertente altrimenti mi annoio a lavorare. Sono qui per divertirmi, ho fatto una scelta precisa, con un club a cui sono legato”. 

Infine Allegri ha ribadito: “Le critiche mi piacciono, è una sfida per noi cercare di avvicinarsi a Inter, Milan e Napoli che sono favorite. Giocano bene e sono solide, ma con calma ci arriveremo”.