Andrea Bosco: “Quella vista in Svezia potrebbe essere la formazione tipo. Ma c’è un problema”

0
468

Andrea Bosco commenta la due giorni di Champions League, concentrandosi come sempre sulla Juventus.

Sarebbe sbagliato pensare che i problemi di Madama siano stati miracolosamente risolti”, dopo la vittoria con il Malmoe.

Non è così e Allegri, per primo, ne è consapevole. Ma la vittoria è stata un piccolo segnale”, afferma il giornalista nel suo editoriale per Tuttojuve.

Bosco fa notare che “quella vista in Svezia potrebbe essere la formazione tipo. Con l’incognita Chiesa. Uomo basilare per l’attacco della Juventus”.

Tuttavia, spiega il giornalista di fede bianconera, “se gioca Chiesa, uno dovrà necessariamente uscire. Non si tratta di sfogliare la margherita. Quanto di cambiare modulo. Per far giocare “anche“ Chiesa, il modulo Allegri dovrebbe acconciarsi a un 4-2-3-1. E ad accomodarsi in panchina dovrebbe con evidenza essere uno tra Rabiot e Bentancur. Peraltro, in Svezia, in crescita entrambi”.

C’è u dato inoltre da non trascurare: “i numeri (che non dicono tutto ma che comunque qualche cosa indicano), spiegano che la Juve è stata l’unica italiana vincente nel primo turno di Champions”.