A “Presa Diretta” si parla di Juve con Pistocchi: Le sue verità

0
2353

Il programma di Rai 3, Presa Diretta, ha cercato di fare chiarezza sulla situazione di crisi in cui versa il mondo del calcio.

Spicca tuttavia il servizio in cui a parlare è l’ex giornalista di Mediaset Maurizio Pistocchi che ha attaccato la Juventus con dichiarazioni, molto forti.

Le plusvalenze salvano i bilanci, danno una parvenza di equilibrio nonostante il forte debito. Esiste un grande interrogativo sulla regolarità del campionato. Se ci sono affari che ti fanno sopravvivere, ci possono essere dubbi sul reale svolgimento della competizione stessa”.

Pistocchi è tornato a parlare anche di Inter-Juve del 1998“Il giorno dopo arrivarono molte telefonate, i potenti alzano la voce. Ricordo la riunione post Pressing quando Vianello, scorrendo gli indici d’ascolto, arrivò a vedere la moviola: era superiore al 20% lo share. Si girò verso Rognoni e disse: ‘ha visto che ascolti? Come facciamo a licenziare Pistocchi?'”.

E sui procuratori: “Nel 2020 le società di calcio hanno pagato 138 milioni di euro ai procuratori. In un momento di zero liquidità, grida vendetta. Ma c’è qualcuno a cui interessa? Dopo Calciopoli è cambiato pochissimo, tanti dirigenti ci sono ancora. Abbiamo bisogno di un sistema calcio da rivoluzionare, ma non possono farlo chi ha portato il sistema allo sfascio”.