Clamoroso: Brasile-Argentina sospesa per Covid, caos in campo

0
2188

Dopo le numerose polemiche sollevate dai club che in tempo di Covid preferirebbero non mandare i propri calciatori in giro per il mondo, senza garanzie e con pressanti calendari, arriva la clamorosa sospensione della sfida BrasileArgentina disposta dall’autorità sanitaria brasiliana.

Il match, valido per le qualificazioni ai Mondiali 2022 in Qatar, è stato fatto sospendere dopo pochi minuti dal fischio d’inizio dall’Anvisa, l’autorità sanitaria brasiliana, che aveva disposto l’espulsione di 4 calciatori argentini, colpevoli di aver violato il protocollo anti-Covid. Una situazione che ha portato all’ingresso della polizia brasiliana nell’albergo dei giocatori dell’Argentina e successivamente dell’autorità sanitaria in campo. I giocatori coinvolti sono: Romero e Lo Celso (Tottenham), Emiliano Martinez ed Emiliano Buendia (Aston Villa), con i primi 3 scesi in campo da titolari.

Il direttore-presidente dell’autorità sanitaria brasiliana, Antonio Barra Torres, ha così spiegato l’accaduto: Quattro giocatori argentini hanno violato la legge. Quando si arriva in Brasile, si presenta la dichiarazione sanitaria del viaggiatore. In questo documento, non hanno dichiarato di essere passati attraverso uno dei tre paesi soggetti a restrizioni per contenere la pandemia. In seguito a delle verifiche si è poi scoperto che sono passati attraverso il Regno Unito. Siamo arrivati a questo punto perché tutto quello che l’autorità sanitaria ha disposto, non è stato rispettato. Gli è stato ordinato di rimanere isolati in attesa dell’espulsione, ma non hanno rispettato le disposizioni. Sono invece andati allo stadio e sono entrati in campo”.