Tokyo 2020, velocista inglese della staffetta sotto indagine per doping: Gran Bretagna umiliata dopo le accuse a Jacobs

0
1313

Chijindu Ujah, primo staffettista britannico è sotto indagine per doping.

Chijindu Ujah ha corso nella prima frazione della gara poi vinta dagli atleti azzurri: il ventisettenne avrebbe assunto un anabolizzante. ora rischia di perdere l’argento assieme all’intera squadra

E dire che proprio gli inglesi sono stati i primi ad attaccare Jacobs accusandolo di aver “barato” nella finale dei 100 mt. Una bella rivincita per lo stesso Jacobs unitamente a Patta, Desalu e Tortu.

La Gazzetta riferisce che “Ujah è stato controllato dopo la conclusione della 4×100. Nel suo campione sono state trovate tracce di ostarina, un anabolizzante che ha effetti simili al testosterone. La violazione è stata riscontrata l’8 agosto, due giorni dopo la gara, dal laboratorio antidoping di Tokyo”.

Ujah ora ha il diritto di chiedere le controanalisi, ma nel frattempo è stato sospeso in via cautelare”, riferisce La Gazza.