Enrico Mentana: “Prima Hakimi, ora Lukaku. È come se Moratti avesse venduto Facchetti e poi Mazzola”

0
571

Di partenze pesanti all’Inter ce ne sono già state, prima quella pesantissima di Antonio Conte, a seguire Hakimi ceduto al PSG, e l’impressione è che non sia finita qui, visto che le indiscrezioni di queste ore danno anche Lukaku con un piede sulla porta.

A criticare lo smantellamento in atto in casa nerazzurra, il giornalista Enrico Mentana, tifoso interista che sta partecipando al progetto di azionariato popolare per l’Inter, che su Facebook ha commentato duramente le mosse della dirigenza nerazzurra:

“L’Inter, come gli sportivi sanno, ha vinto lo scudetto. Poi dalla Cina è cominciato lo stillicidio di cattive notizie per la sua proprietà, la famiglia Zhang. Nello stesso momento è cominciato il sondaggio per l’iniziativa di azionariato popolare, che ha coinvolto oltre centomila persone. Vedremo se i cinesi apriranno a una cessione parziale oppure no”.

“Quel che è certo però è che non si possono vendere i campioni, soprattutto dopo aver vinto” – ha continuato Mentana. “È stata fatta passare per una dolorosa necessità di bilancio la cessione di Hakimi, e ora si fa strada addirittura la possibilità di un addio di Lukaku. È come se dopo aver vinto il suo primo scudetto Angelo Moratti avesse venduto Facchetti e poi Mazzola“.

Cari Zhang, se non avete soldi aprite a chi vi vuole aiutare, ma in ogni caso non smantellate la squadra che ci ha riportato in alto. Nessun tifoso ve lo perdonerebbe”, ha concluso.