Inter, Marotta invoca nuove regole su capienza stadi

0
2681

Non intende arrestarsi la polemica sulla capienza negli stadi e le relative norme circa la distanza tra i sediolini che vedrebbero, dati alla mano, “favorire” solo lo stadio della Juve.

Tutti gli altri club di serie A infatti non presentano posti a sedere delle distanze di cui al Dpcm emanato dal Governo.

Sul tema è intervenuto anche il dg dell’Inter Beppe Marotta che ai microfoni dell’Ansa, ha detto:

“Sarebbe utile eliminare il metro di distanziamento tra un posto e l’altro, tenendo obbligatorio il Green Pass, che in questo momento rappresenta il massimo della tutela per tutti”.

Con il distanziamento la capienza, prevista al 50%, verrebbe ridotta al 25/30%. Questa situazione provocherebbe un danno considerevole alle casse dei club. Pur apprezzando la decisione sulla riapertura, cerchiamo di lavorare tutti insieme per rendere gli stadi piu’ sicuri e vivibili, senza perdere di vista gli introiti .Nelle ultime ore si è parlato tanto di questo argomento. La cosa più importante è la tutela della salute dei cittadini e dei tifosi”.

“Prendo atto della decisione delle autorità governative che hanno stabilito la riapertura degli stadi al 50% della loro capienza, in realtà bisogna fare un ragionamento ulteriore”.

E ancora ha aggiunto Marotta: “So che il presidente della Lega Serie A, Paolo Dal Pino, si sta prodigando in questi giorni per venire incontro a questa esigenza delle società, cerchiamo di lavorare tutti insieme per rendere gli stadi piu’ sicuri e totalmente vivibili”.

Senza perdere di vista la parte degli introiti per i club: l’Inter, ad esempio nelle ultime due stagioni, ha dovuto registrare un mancato introito pari a circa 120 milioni. Questa collaborazione garantirebbe un aiuto rilevante alla voce ‘ricavi’ nei bilanci di ogni società”