Criscitiello: “Per l’Inter non sarà un anno facile. Non puoi pensare di essere più forte degli altri solo perché sul petto hai il tricolore”

0
1046

Su tuttomercatoweb il giornalista Michele Criscitiello ha commentato la situazione delle big di Serie A, in attesa della riapertura del campionato, e in particolare ha analizzato il momento vissuto dall’Inter.

Per l’Inter non sarà un anno facile – ha esordito Criscitiello. Se non fai mercato e non sostituisci bene chi se ne è andato (Hakimi e aggiungo anche Conte), non puoi pensare di essere più forte degli altri solo perché sul petto hai il tricolore“.

“La verità è che l’Inter ha cambiato i suoi programmi e dal pensare al vincere per far crescere il brand anche in Cina si è passati alla riduzione dei costi al famoso “tiriamo a campà, ha commentato il giornalista che ha poi aggiunto: “Perdere Conte, in campionato, e venire dopo Conte è un mezzo disastro. Inzaghi farà fatica (parliamo di conquista scudetto e Champions da protagonista, non stiamo dicendo che non arriverà tra le prime 4) perché subentrare nello spogliatoio di Conte, con gli uomini di Conte non è una banalità”.

“Pur volendo portarsi alcuni fedelissimi, l’ex allenatore della Lazio è impossibilitato a farlo. Quest’anno l’Inter deve tener conto che la Juventus sarà la favorita per lo scudetto, a mani basse, e le romane faranno un bel campionato. Potranno non vincere lo scudetto ma toglieranno punti a tutte le big”.

Criscitiello ha poi riservato un commento anche per Federico Chiesa, uno dei grandi protagonisti di questo Europeo:

Chiesa è l’immagine bella della nostra giovane Italia. Il figlio di Enrico. Una volta. Ha fatto l’impresa di passare da figlio di Enrico ad Enrico che ora è il papà di Chiesa. Non era facile. Ci è riuscito con il lavoro e l’umiltà“.