Audio rubati, Perez: “Ricattati per 10 milioni di euro”

0
565

Dopo la pubblicazione da parte del quotidiano spagnolo El Confidencial degli audio al vetriolo registrati ad insaputa di Florentino Perez, il Real Madrid è passato al contrattacco.

Il quotidiano spagnolo ha continuato a pubblicare le conversazioni private tra il presidente del Real Madrid e il suo ex amico e giornalista Jose Antonio Abellan, dal contenuto esplosivo che hanno creato non poco imbarazzo e un danno d’immagine al club spagnolo. Negli audio Perez ne ha avuto un po’ per tutti e ha attaccato tutti i portoghesi che in quel momento erano sotto contratto con il Real, tra cui Mourinho e Ronaldo.

Mendes non decide niente, così come non decide niente Mourinho. Questi sono ragazzi con un ego terribile, viziati. Non vedono la realtà, perché potrebbero guadagnare molto di più se non lo fossero. Sono anormali, perché stiamo parlando di molti soldi nel campo dei diritti di immagine. Inoltre, con quella faccia che hanno, con quel modo spavaldo, che non piace a tutti…”. E ancora: Mourinho è un idiota. Non è molto normale, guida senza patente”.

Parole che hanno gettato nell’imbarazzo il Real Madrid, che ha deciso di passare al contrattacco rivelando che Abellan avrebbe ricattato il vicepresidente dei merengues, chiedendogli 10 milioni di euro in cambio della sparizione degli audio registrati in maniera illegale.

Una rivelazione che scagionerebbe il presidente del Real, che si era in precedenza difeso con un comunicato, affermando che gli audio erano manipolati ed estrapolati fuori dal contesto.

La risposta del giornalista Abellan non si è fatta attendere, e su Twitter ha commentato: “Fatemi capire, il vicepresidente del Real Madrid mi ha accusato di estorsione nel 2011, 10 anni fa, e nessuno mi ha denunciato allora?”