Rampulla: “Sarri? Magari sarà abituato alle feste di altre parti… “

0
1545

Ai microfoni di TMW l’ex portiere bianconero Michelangelo Rampulla ha commentato il lavoro svolto da Roberto Mancini che è riuscito a portare l’Italia alla finale di Euro 2020.

“Il bravo allenatore è quello che sa mettere i giocatori dove rendono al meglio, Mancini ha creato un gruppo molto forte ed è questo il vero segreto: sono amici, sono uniti e si vede pure in campo”, ha commentato Rampulla, che ha poi proseguito parlando di due pilastri Azzurri, Chiellini e Bonucci:

Fuoriclasse e campioni, l’unico handicap che possono avere è qualche problema fisico. Superato quello, danno sicurezza a tutti con la loro presenza. Sono forse gli ultimi difensori di un certo peso e livello al mondo“.

In merito al presunto vantaggio dell’Inghilterra per via della fisicità dei giocatori, Rampulla ha commentato: Se si è troppo grandi si fa più rumore quando si cade! Comunque, non sono solo fisico, anche tecnicamente sono molto validi, ma credo siamo al 50 e 50“.

Rampulla ha poi parlato delle recenti esternazioni dell’ex allenatore dei bianconeri, Maurizio Sarri: “Lo dice anche Vialli: alla Juve sembra normale vincere e il giorno dopo già pensare al successo seguente. Non è che Sarri abbia detto nulla di trascendentale, anche noi quando tornammo dopo aver vinto la Coppa Campioni, non è che abbiamo festeggiato… Questa è la mentalità della Juventus, lì è così. Magari sarà abituato alle feste di altre parti… ma non è la Juventus, quella”.