Coppa Italia a Mediaset, la protesta di Raisport: “Clamoroso autogol dopo 12 anni di promesse “

0
5508

La Rai perde anche l’ultimo baluardo del calcio. Dopo che Mediaset si è aggiudicata l’esclusiva per la Coppa Italia per i prossimi tre anni, in Rai è montata la furiosa protesta.

Varriale & Co attraverso il Cdr di Rai Sport e il Fiduciario di Milano hanno firmato una lettera in cui condannano senza mezzi termini la decisione dell’azienda di rinunciare ai diritti per la seconda competizione nazionale dopo la Serie A. Questo il comunicato:

“Questo è un altro clamoroso autogol dopo quello relativo alla Champions League. Eppure negli incontri che abbiamo avuto nei mesi scorsi al tavolo dei diritti, avevamo avuto dall’Azienda rassicurazioni importanti, quasi scontate in proposito”, si legge nella nota.

E ancora: “Non è stato così, nonostante gli ascolti abbiano sempre premiato gli eventi sportivi trasmessi dalla Rai. È stato così per la Coppa Italia, lo è ora con gli Europei di calcio. La nostra testata viene dunque svuotata di un prodotto storico. E questo fatto grave e inaccettabile, arriva dopo la perdita dei diritti della serie B e nell’incertezza per quello che sarà il campionato di serie A e di cosa potremmo trasmettere”.

Un’azienda che non ha mai avuto un progetto chiaro e concreto di rilancio dello sport, che ha lasciato alla deriva una Testata, unica della Rai, a non essere ancora digitalizzata nonostante 12 anni di promesse”.

Il comunicato si Rai Sport chiude con un altra pesante denuncia: “In questo ultimo anno abbiamo dovuto anche respingere con forza l’ipotesi di chiusura del canale, partorita dai vertici di questa azienda e poi ritirata. Ora quest’altro durissimo colpo che non può e non deve passare inosservato. Siamo pronti a mettere in atto tutte le iniziative e le forme di protesta per tutelare la credibilità e il futuro di RaiSport”.