Chirico: “Mercato Juve sarà di pochi acquisti. Si tornerà a fare come Moggi & Giraudo: si compra solo se si vende”

0
1468

Marcello Chirico prova a interpretare le parole di Agnelli e Cherubini per spiegare come sarà il mercato della Juventus.

Il giornalista di fede bianconera ha pochi dubbi: “Come sarà il mercato estivo della Juventus lo ha fatto capire, senza girarci troppo attorno, il nuovo responsabile dell’area tecnica Cherubini nel giorno della sua investitura ufficiale nella sala stampa dello Stadium: sarà un mercato di opportunità. Tradotto, pochi acquisti. E poco significa poco, ovvero un paio di innesti, se va bene”.

In sintesi, precisa ulteriormente Chirico, sarà “un mercato povero. Anche perché per Cherubini, e da quanto si è capito pure per il resto della dirigenza bianconera, la rosa sarebbe già competitiva così com’è. Un vecchio refrain già ascoltato dal predecessore Paratici, e adesso fatto proprio dal suo allievo”.

“Quindi, se va preso alla lettera quanto dichiarato da Cherubini, il restyling del centrocampo – il reparto più bisognoso di intervento – si limiterà probabilmente al solo Locatelli, dopodiché “si resterà vigili” sul mercato”, interpreta Chirico.

Chirico non vuole illudere i tanti tifosi bianconeri che lo seguono: “L’aumento di capitale da 400 milioni annunciato dalla Juventus servirà a colmare le perdite dovute alla pandemia e a finanziare la gestione corrente, alla voce acquisti non verrà stornato quasi nulla”.

Dunque “si tornerà ad operare come ai tempi di Moggi & Giraudo: si compra solo se si vende. E il difficile sarà cercare di piazzare altrove i giocatori di cui ci si vorrebbe privare”.

“Della lista non fa parte Ronaldo, anche se in tanti restano convinti che lo snodo del mercato estivo Juve dipenda soprattutto dalla sua cessione”, sentenzia Chirico alla luce delle dichiarazioni di Cherubini su CR7.

Allegri ha consigliato ad Agnelli di sbarazzarsene al più presto in modo da consentire la crescita della squadra? Leggende metropolitane.

Solo un pazzo si priverebbe a cuor leggero di un goleador da almeno 35/40 gol a stagione, anche se ha 37 anni. Lo farebbe solo se avesse risorse finanziarie tali da potersi permettere un sostituto all’altezza, un budget di cui Cherubini in questo momento non dispone. Quindi, resterà anche Ronaldo e qualcuno, prima o poi, dovrà farsene una ragione”.

Infine Chirico conclude con un altra previsione: “Alla fine rimarrà e rinnoverà pure Dybala, “accontentandosi” dei 10 milioni offertigli dal club, considerando che in giro lui e il suo procuratore Antun non sono riusciti a trovare chi gliene offrisse di più”.