Bargiggia: “Chiesa straripante, deve giocare dal 1′ con Locatelli. Le telecronache RAI? Una piaga”

0
644

Il giornalista sportivo Paolo Bargiggia, nel corso di un’intervista a Men On Wheels ha commentato le prestazioni della Nazionale nel corso degli Europei.

“Ho visto una Nazionale stanca, Bonucci e Acerbi hanno fatto fatica pur non giocando contro Kane o Lewandowski”, ha commentato il giornalista in riferimento all’ultima prestazione contro l’Austria, e ha poi aggiunto: “Però la nostra squadra gioca in maniera offensiva per 90 minuti pressando alto gli avversari. Il Belgio è leggermente favorito, ma non è così scontato“.

Chiesa dal primo minuto? Chiesa e Locatelli sì, Pessina a gara in corso – ha risposto Bargiggia -. Verratti ha giocato male, ha sofferto il pressing. Berardi ha giocato bene la prima partita ma credo che scivolerà in panchina. È una chiave di lettura che ci può stare sulla sua continuità, ma in queste partite secche quando entra qualcuno è perché ne hai bisogno“.

“Io giocherei con i migliori – ha continuato il giornalista – piuttosto lo sostituisco dopo. Anche perché non solo il Belgio ha vinto il primo tempo, ma c’è anche un aspetto psicologico. Chiesa è esaltato, è straripante, Berardi l’ho visto spento sul piano fisico”.

Bargiggia ha poi risposto ad un parere circa la qualità delle telecronache RAI:

“Secondo me il vero dramma, peggio delle telecronache in generale, sono le seconde voci. Sono una piaga, tolgono atmosfera, poesia, ambiente e riflessioni alla partita. È un continuo vociare, nella maggior parte dei casi si sovrappongono al telecronista per dire poi delle banalità pazzesche. Se fossi un direttore di una testata televisiva le secondi voci dopo decenni e decenni le toglierei. La RAI la conosciamo, sono stato molto criticato per un tweet su Caressa, tu non devi fare l’ultrà per un gol annullato. La Germania ha detto di preferire le telecronache soporifere della Rai che quelle di Caressa…”.