Vialli emoziona: “Il cancro è un compagno di viaggio indesiderato, spero che si stanchi”

0
542

“Sono felicissimo di aver trovato Vialli in Nazionale. Lui è stato sempre più maturo di me, un esempio in campo, molto importante per noi”. Parole di stima che il ct della Nazionale Italiana, Roberto Mancini, ha rivolto a Gianluca Vialli nel corso della prima puntata del programma “Sogno Azzurro” in onda su RAI1.

La coppia d’oro, formata con Roberto Mancini, si è riunito per quello che per Gianluca Vialli è un nuovo debutto come capodelegazione della Nazionale Italiana, dopo il complicato periodo trascorso a causa della sua malattia, contro la quale sta ancora combattendo.

A parlare del suo male è proprio Vialli nel corso della trasmissione televisiva: “So che ci sono tante persone che pensano che se sto bene io, possono farcela anche loro. Sono stato un giocatore e un uomo forte ma anche vulnerabile e penso che qualcuno possa essersi riconosciuto”.

“Sono qui con i miei difetti, le paure e la voglia di far qualcosa di importante. Il cancro è più forte di me e se lo combatti perdi. Con il cancro non sto facendo una battaglia, lui è un compagno di viaggio indesiderato, ma devo andare avanti, viaggiare a testa bassa senza mollare mai, sperando che si stanchi e mi lasci vivere ancora per tanti anni”, ha concluso l’ex bomber.