Zhang: “Prossimo scudetto? Ci godiamo questo”. Aspirazioni dell’Inter già al capolinea?

0
1675

Nel corso di una lunga intervista a La Gazzetta dello Sport, il presidente dell’Inter Steven Zhang ha parlato degli ultimi eventi in casa dei nerazzurri, dalla crisi che ha interessato il club, che ha poi portato all’addio di Antonio Conte, ai programmi futuri.

Sulla recente conquista dello scudetto, il presidente dell’Inter ha commentato: “È un grande orgoglio aver raggiunto questo obiettivo, 11 anni dopo l’ultimo titolo, interrompendo una striscia di 9 scudetti consecutivi della Juventus. Era uno dei nostri sogni quando abbiamo comprato l’Inter. Ringrazio la squadra e lo staff tecnico e societario per essere riusciti a regalare ai nostri tifosi una gioia che spettavano da tanto tempo e aver riportato Milano sul tetto del calcio italiano. Il duro lavoro ha pagato e oggi sappiamo che nell’Inter ci sono le competenze, le qualità e le capacità per vincere e per continuare a programmare un futuro solido e ricco di soddisfazioni“.

Zhang ha poi aggiunto: “Il Covid ha creato enormi difficoltà. Le principali a livello economico. A gennaio l’Inter è stata molto chiara sulle sue necessità: abbiamo valutato le opzioni e scelto quella che meglio si sposava con la nostra strategia finanziaria per il club a medio-lungo termine”.

Il presidente dell’Inter ha poi commentato l’abbandono di Antonio Conte: “Dobbiamo necessariamente ridurre i costi e controllare i rischi. Questo ovviamente influenza anche le strategie di calciomercato. I nostri differenti punti di vista sulla situazione hanno portato alla separazione. Quello che non era fondamentale per lui, lo era per il club. E viceversa. Conte è un top coach, ma come presidente devo pensare alla solidità della società”, ha ribadito Zhang.

In merito agli obiettivi futuri, Zhang ha commentato: “C’è bisogno di un’ampia plusvalenza alla fine di questo calciomercato, ma vogliamo mantenere molto competitiva la squadra per permetterle di fare bene in Champions e ovviamente di riconquistarla il prossimo anno, perché vogliamo stabilmente stare tra i grandi club europei. Rivincere lo scudetto? Non è facile. 6/7 club sognano di vincere lo scudetto ogni anno, poi la realtà è diversa. Godiamoci quello conquistato“.