Bosco: “Ceferin cerca vendetta, ma rischia nuovo “caso Bosman”. L’Uefa non è una istituzione democratica. Visto il silenzio di Ceferin e Gravina su l’Heysel?”

0
3280

Il giornalista di fede bianconera Andrea Bosco, dedica l’ultima parte del suo editoriale per Tuttojuve, alla Superlega:

Ceferin vuole “vendetta”. E visto che la vuole sarà il caso che le tre ribelli si attrezzino”, il monito del giornalista a Juve, Real e Barca.

In ballo c’è il futuro del calcio. Non della scriteriata Superlega: del calcio . In ballo c’è il potere dispotico dell’Uefa. La più grande balla veicolata è quella che l’Uefa sia una istituzione democratica. Non lo è”, spiega Bosco.

Per costringerla a miti consigli servirà un nuovo “caso Bosman“. Che Ceferin teme come la peste”, spiega ancora lo scrittore.

“Aveste ancora dubbi su chi sia Ceferin e cosa sia l’Uefa, converrà ricordiate il silenzio dell’Istituzione: incapace di onorare i morti dell’Heysel”.

E converrà valutiate anche il silenzio – sul tema – del presidente della Figc, valvassino di Ceferin. Trentanove morti: persone. Vite stroncate. Se avete un cuore, concorderete. Diversamente siete come quelli là”, tuona Andrea Bosco.