Bellinazzo: “Sanzioni Superlega? Non c’è stato nessun golpe. Tutti i grandi manager erano a conoscenza del progetto”

0
561

Il giornalista ed esperto di calcio e finanza de Il Sole 24 Ore, Marco Bellinazzo, ai microfoni di Il Sogno nel Cuore in onda su 1 Station Radio, ha parlato della dibattuta vicenda Superlega e del nuovo format della Coppa Italia, promossa dalla Lega Serie A.

Un nuovo format sul quale Bellinazzo ha manifestato la sua contrarietà: “La Lega Serie A, con lo stesso metodo unilaterale della Superlega, ha deciso di eliminare dalla prossima Coppa Italia, le squadre di LegaPro. Si può concordare o no con questa decisione, ma non bisogna essere ipocriti“.

“Dopo aver criticato il progetto Superlega, ha proseguito Bellinazzohanno modificato il format della Coppa Italia, unica competizione italiana che dava la possibilità anche a squadre di provincia di vivere il sogno di incontrare squadre come Juventus, Milan, Inter, Napoli, creando così la stessa identica situazione della Superlega. Questo format, dal mio punto di vista, è perdente. La nuova competizione sarà ancor meno interessante, se non per le partite di cartello tra le big italiane. Ognuno può decidere cosa sia giusto fare ma non tollero l’ipocrisia, ha commentato Bellinazzo, che ha poi aggiunto un commento in merito alle sanzioni minacciate dalla UEFA per i club della Superlega:

Infantino ieri ha dichiarato che è assurdo parlare di sanzioni. Da tempo la Lega Calcio Italiana, discuteva i due modelli, SuperChampions e Superlega, per capire se ci fosse la possibilità di attuarli o meno, e tutti i grandi manager del calcio erano a conoscenza di questa idea. Non capisco perché vadano sanzionati alcuni club che hanno proposto questo nuovo format, non c’è stato alcun golpe“.