Superlega, Pavan: “Ora è tutto chiaro. I giornali hanno preso la palla al balzo per colpire la Juve e Agnelli”

0
1308

Massimo Pavan sembra non avere più dubbi sui retroscena legati alla SuperLega.

Attraverso le colonne di Tuttojuve, Pavan denuncia quello che lui ritiene essere un attacco mediatico.

Abbiamo assistito ad un vero e proprio show, che potremmo definire una farsa. Come riporta il Sole 24 Ore, la Superlega ce l’hanno fatta passare come un progetto a sorpresa, ma non è stato così. Se ne discuteva da mesi, tanto da essere oggetto di un Consiglio della Lega Serie A il 16 febbraio”, spiega il giornalista e tifoso bianconero.

Pavan scopre che “Il responsabile delle competizioni e delle operazioni della Serie A, Andrea Butti, aveva illustrato nel dettaglio le proposte di riforma delle competizioni internazionali”.

Ma non solo “Butti aveva presentato nel dettaglio sia un progetto relativamente a una Superlega, che sarebbe dovuta partire nel 2022/23, sia la nuova Champions, che avrebbe visto la luce nel 2024/25″.

Insomma, secondo il giornalista la Lega sapeva a grandi linee che un progetto del genere poteva essere attuato e se lo sapeva la Lega, di conseguenza allora lo sapevano anche tutte le società, immaginiamo quindi, che anche la Uefa ne fosse al corrente”.

A questo punto ci appare, quanto meno, evidente che il discorso Superlega, sia stato una provocazione e che qualcuno hanno preso la palla al balzo per attaccare la Juventus ed Andrea Agnelli per tentare di screditare il presidente bianconero e diminuire il potere della Juventus danneggiandone l’immagine”.

Pavan pone infine la domanda che sbugiarda il Palazzo del Calcio: “Se qualcuno o quanto meno, tanti sapevano, perché hanno finto di non sapere? Insomma, le carte parlano molto chiaro e la presa di posizione sul progetto Superlega appare molto più che strumentale, di facciata, con un obiettivo chiaro, colpire la Juventus”.

Morale della favola: “Purtroppo, quest’anno è l’ennesimo caso, da quello Suarez, una vera e propria farsa, ai tanti episodi arbitrali, passando per la questione di Napoli-Juve e concludere appunto con la Superlega. La Juventus ha fallito sul campo, ma fuori gli episodi ci sono apparsi tutti, molto ma molto strani, quasi strumentali ad indebolire una squadra che non avrebbe vinto, ma sicuramente avrebbe potuto fare meglio senza tutte queste situazioni ostili”.