Padovan: “Marino sbaglia. Più giusto prendersela coi propri giocatori. Chi di punizione ferisce, di punizione perisce. L’arbitro Chiffi non ha sbagliato nulla”

0
2139

Il giornalista Giancarlo Padovan critica aspramente l’atteggiamento del Ds dell’Udinese Marino dopo le pesanti accuse rivolte alla Juventus ed all’arbitro Chiffi (“con le proteste i bianconeri hanno condizionato l’arbitro!”).

Ma “Chi di punizione ferisce, di punizione perisce”, scrive Padovan riferendosi al manager dell’Udinese.

Perché scrivo questo? Perché, come gli ex campioni d’Italia, anche i giocatori dell’Udinese e i loro dirigenti si sono lamentati per quella concessa per fallo su Cuadrado”, ricorda Padovan ai lettori.

Schermaglie anche pesanti, ascoltate le parole di Marino che ha accusato Paratici, avvicinatosi all’arbitro alla fine del primo tempo, di averlo condizionato”.

“Ora Paratici merita una squalifica esemplare (Chiffi deve averlo scritto nel referto), ma Marino non può impunemente accusare l’arbitro. Più giusto prendersela con De Paul e Scuffet perché se gli indebiti sconfinamenti in campo dei dirigenti sono “cose d’altre epoche”, lo sono anche certe denunce”.

Cosa avrebbe sbagliato Chiffi in generale e in occasione dei due gol della Juve?”, chiede Padovan

In conclusione secondo il giornalista, “purtroppo il calcio italiano, anziché pensare a crescere e moltiplicare gli introiti, è ancora un vecchio pollaio dove è di moda litigare e prendersela con gli arbitri. Cose d’altre epoche, non c’è dubbio”.