Repice ricorda l’addio di Del Piero: “Campione senza fine, protagonista indiscusso della storia della Juve”

0
182

Nessuno più dello storico radiocronista Francesco Repice avrebbe potuto raccontare l’addio alla Juventus del suo amatissimo capitano Alessandro Del Piero.

Il 13 maggio 2012 è un giorno impresso in maniera indelebile nella memoria dei tifosi bianconeri, anche grazie alle parole di Francesco Repice, che è stato capace di raccontare con struggente malinconia quell’ultima partita di Alessandro Del Piero con la maglia della Juventus.

“Un capitano senza fine, la standing ovation è tutta per lui. È l’ultima partita a Torino, l’ultimo istante sul manto verde allo Juventus Stadium del capitano, del grandissimo Alessandro Del Piero. È un momento che difficilmente scorderemo, un momento importante della storia di questo che è tra i più gloriosi club del mondo. L’ultima partita a Torino di un campione senza fine, protagonista indiscusso della storia di questo gloriosissimo club“.

Il gol, il delirio. Seguita dalla “licenza di poter intervenire”, anche se non si tratta di variazioni di punteggio, ma solo di una sostituzione, come ha ricordato Repice in esclusiva a Juventusnews24:

“È stato un giorno particolare. Ho fatto una cosa che non si fa mai: ho interrotto il collega che stava parlando, Cucchi. Abbiamo una regola aurea: si interrompe solo in caso di gol, rigore o fatto clamoroso. Io interruppi il collegamento di Cucchi, dicendo: “Chiedo scusa, ma Del Piero sta uscendo dal campo“. Ero anche un po’ preoccupato, era il mio caporedattore e avrebbe potuto inca**arsi, ma mi disse che avevo fatto benissimo. Ricordo la commozione di tutti, dei tifosi, il sentimento dello stadio…”.